VeraTV

 Ultime notizie

San Benedetto – Iniziata l’autopsia sul cadavere arrivato dal mare, spunta l’ipotesi Camila

San Benedetto – Iniziata l’autopsia sul cadavere arrivato dal mare, spunta l’ipotesi Camila
novembre 20
11:19 2018

In attesa dei risultati dell’autopsia, iniziata alle 10.30 del mattino all’obitorio di San Benedetto, ed effettuata dalla dottoressa Sabrina Canestrari,  vengono a galla le prime ipotesi sull’identità del corpo mutilato, rinvenuto domenica mattina alla foce del torrente Ragnola.

Sul Corriere Adriatico si fa il nome di Camila, una trans brasiliana che viveva in Provincia di Ancona. In realtà il cadavere, in avanzato stato di decomposizione, trascinato dal mare forse per mesi, non ha permesso neppure di capire se si tratti di un uomo o una donna, ma da alcuni elementi, tipo un pantaloncino corto blu, tipo jeans o costume, non si esclude che possa trattarsi di una donna. Mentre in vita indossava una cinta che sembrerebbe da uomo.

Però l’abbigliamento estivo e il tempo di permanenza in acqua sono elementi che, se comparati con l’elenco delle persone sparite, nelle Marche farebbero pensare alla 44enne scomparsa da Marina di Montemarciano, la scorsa estate, più precisamente il 3 luglio scorso. È ancora presto per dirlo, ma certo non si può escludere, anche se dalla scheda diffusa all’epoca da Chi l’ha Visto? la trasmissione della Sciarelli in onda su Rai 3, il giorno in cui si è allontanata da casa la 44enne indossava un vestito floreale su fondo nero a maniche corte e infradito nere.

Il corpo come detto era seminudo, e reso irriconoscibile dal processo di saponificazione in atto, dunque solo i risultati dell’esame autoptico o meglio ancora dell’estrazione del Dna riusciranno a svelare il giallo. Questo emerge dalle indagini che la Capitaneria di Porto di San Benedetto sta portando avanti. Fin dal giorno della scomparsa di Camila però, il timore degli amici della prostituta brasiliana era che potesse aver compiuto un gesto estremo, dato il suo stato di depressione per la recente perdita di un genitore, ma anche che in via Clementina, dove lavorava, potesse aver incontrato qualcuno intenzionato a farle del male.

Condividi su:
  • 6
    Shares
San Benedetto – Iniziata l’autopsia sul cadavere arrivato dal mare, spunta l’ipotesi Camila - panoramica

Sintesi: La 44enne tans brasiliana era scomparsa il 3 luglio scorso da Marina di Montemarciano

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.