VeraTV

 Ultime notizie

San Benedetto – “Bambi” catturata al molo sud, era una femmina di daino

San Benedetto – “Bambi” catturata al molo sud, era una femmina di daino
gennaio 03
18:15 2019

Dopo mesi a spasso per la Riviera, aveva fatto di nuovo capolino in zona porto ed è lì che è stato catturato nel pomeriggio di giovedì il daino che aveva calamitato attorno a sé un vero e proprio spiegamento di forze dell’ordine. In mattinata si era rifugiato lungo il molo sud ed è finito in trappola. L’animale selvatico che a prima vista sembrava un capriolo si è rivelato essere una femmina di daino, tra l’altro piuttosto giovane e agile, tanto che ha dato parecchio filo da torcere ai militari e agli agenti. L’accesso al molo sud è stato interdetto con un mezzo della Polizia Locale di San Benedetto, mentre lungo la passeggiata pedonale, con altre auto è stata formata una barriera in modo da evitare la fuga di quella che qualcuno sui social aveva ribattezzato Bambi.

“L’animale, seppure zoppicasse, fortunatamente sta bene, ma era diventato una sorta di mina vagante per se stesso e per gli altri” – spiega Il vicebrigadiere Massimo Lori dei Carabinieri Forestali di San Benedetto, per questo ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla cattura.

Solo per miracolo infatti nessuno ha investito l’animale nel corso degli ultimi mesi quando dalla zona di Ragnola si era spostato in un appezzamento a San Pio X facendo ogni tanto capolino sulla Statale 16. Poi la corsetta al lungomare filmata da un automobilista di passaggio e finalmente la passeggiata fino al fanale rosso, dov’è stato seguito a vista dai carabinieri forestali, polizia provinciale e dai militari della Capitaneria di porto, perché tra le vie di fuga c’era anche la possibilità che si tuffasse in mare. E proprio con una rete procurata dalla Guardia Costiera il daino è stato bloccato dopo diverse ore di appostamento sul molo sferzato da un vento gelido di Tramontana.

Si è infatti dovuto attendere fino al primo pomeriggio il servizio veterinario dell’Asur, per somministrare una dose di tranquillante al daino, che ha provato più volte a caricare i suoi soccoritori, i quali una volta immobilizzato sono anche riusciti ad estrargli dalla zampa posteriore un fil di ferro.

Il tutto si è svolto sotto la supervisione del responsabile del servizio dell’Av5, il dottor Giorgio Filipponi che si è occupato di trovare un ricovero sicuro all’animale selvatico, trasferito a bordo di un furgone in un centro Amandola.

Condividi su:
  • 662
    Shares
San Benedetto – “Bambi” catturata al molo sud, era una femmina di daino - panoramica

Sintesi: Durata ore la caccia all'animale selvatico da parte di carabinieri forestali, polizia provinciale e locale

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.