VeraTV

 Ultime notizie

Traffico di armi in Libia, Giorgi si avvale della facoltà di non rispondere

Traffico di armi in Libia, Giorgi si avvale della facoltà di non rispondere
aprile 04
18:13 2019

“Non è nelle condizioni psicofisiche di sostenere un interrogatorio”, per questo Franco Giorgi, il 75enne ascolano estradato dalla Libia con l’accusa di intermediazione nel traffico internazionale di armi, si è avvalso della facoltà di non rispondere.  A renderlo noto il suo legale l’avvocato Mario Ciafrè che lo ha raggiunto in giornata al carcere di Rebibbia dove si sarebbe dovuto tenere l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip del tribunale di Ascoli Annalisa Giusti.

Il difensore si è detto pronto anche alla richiesta dei domiciliari per il suo assistito, molto provato dopo le torture nelle carceri libiche. A breve Giorgi dovrebbe essere trasferito da Roma alla casa circondariale di Marino del Tronto.

Condividi su:
  • 20
    Shares
Traffico di armi in Libia, Giorgi si avvale della facoltà di non rispondere - panoramica

Sintesi: L'avv. Ciafrè: "Troppo provato per sostenere interrogatorio"

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.