VeraTV

 Ultime notizie

Strage di Corinaldo, tra i nuovi 8 indagati anche il sindaco Principi

Strage di Corinaldo, tra i nuovi 8 indagati anche il sindaco Principi
maggio 24
19:11 2019

C’è anche il sindaco di Corinaldo Matteo Principi tra gli otto nuovi indagati dalla Procura di Ancona nell’inchiesta sulla strage della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo dove, nella notte tra il 7 e l’8 dicembre scorsi, morirono cinque adolescenti e una donna di 39 anni.

Principi, in veste di presidente della Commissione unificata di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo -che rilasciò nel 2017 i permessi per il locale-, è accusato di concorso in omicidio e disastro colposo e falsità ideologica in atto pubblico.

Oltre che nei confronti di gestori, proprietari e un addetto alla sicurezza, già indagati, la Procura procede anche per i componenti della Commissione unificata di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo dei Comuni associati di Corinaldo e Castelleone di Suasa nell’unione Misa e Nevola. Per loro si valutano le ipotesi di concorso in omicidio colposo plurimo, disastro colposo e falsità ideologica in atto pubblico.

I carabinieri hanno eseguito un decreto del gip del Tribunale di Ancona che ha disposto il sequestro preventivo della discoteca Lanterna Azzurra Clubbing di Corinaldo.

Gli approfondimenti investigativi, fa sapere la Procura, “hanno evidenziato gravi carenze della struttura, che la rendono inidonea alla destinazione a locale di pubblico spettacolo e tale da non garantire, in caso di emergenza, le necessarie condizioni di sicurezza”.

L’immobile è “tuttora classificato come “magazzino agricolo”.

Condividi su:
Strage di Corinaldo, tra i nuovi 8 indagati anche il sindaco Principi - panoramica

Sintesi: L’immobile è "tuttora classificato come "magazzino agricolo" di qui il sequestro preventivo della Procura

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.