VeraTV

 Ultime notizie

Pagliare – Chiuse le indagini per il rogo di via Tevere, c’è un indagato

Pagliare – Chiuse le indagini per il rogo di via Tevere, c’è un indagato
giugno 10
12:14 2019

Avviso di chiusura delle indagini per l’uomo di Pagliare finito nel mirino della Procura per incendio doloso, aggravato da finalità di odio etnico e razziale.

Si tratta di una persona che vive nelle immediate vicinanze della palazzina al civico 15, quella che nella notte di Capodanno del 2018 venne data alle fiamme da una mano anonima.

Da tempo veniva portata avanti una protesta perché lo stabile era stato venduto ad una società del Nord Italia che vi avrebbe trasferito 37 migranti nell’ambito di un progetto di accoglienza.

La comunità era contraria all’iniziativa della Verso Probo e iniziò prima una raccolta di firme, passando poi ad un corteo di protesta e sensibilizzazione nel corso del quale sfilarono striscioni del tipo “Stop al Businnes dell’Immigrazione”.

Il malcontento esplose nella notte tra il 31 dicembre 2017 ed il primo gennaio 2018 quando la palazzina venne data alle fiamme da una mano anonima. E ora la Procura – che da tempo aveva individuato il responsabile del rogo – è arrivata a conclusione delle indagini. All’uomo erano già stati sequestrati – secondo indiscrezioni – degli abiti per capire se addosso avesse tracce di liquido infiammabile e due taniche.

Ora, con la conclusione delle indagini, sono due le strade che il giudice potrà percorrere. Rinviare a giudizio e dunque aprire il processo contro il presunto piromane oppure archiviare il caso. A portare avanti l’inchiesta è stato il pm Umberto Monti.

 

Condividi su:
Pagliare – Chiuse le indagini per il rogo di via Tevere, c’è un indagato - panoramica

Sintesi: Si tratta di una persona del posto

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tercas-notte-musei
pubblicità