VeraTV

 Ultime notizie

Camerino – Augura a Salvini di morire come Mussolini, bufera sul consigliere Marsili che si dimette

Camerino – Augura a Salvini di morire come Mussolini, bufera sul consigliere Marsili che si dimette
luglio 05
11:26 2019

“Va a morì a testa in giù, fascio di m…”. Il post del consigliere comunale di Camerino Marco Marsili contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini reso pubblico dall’ex sindaco Gianluca Pasqui scatena una bagarre sui social. “Può un consigliere comunale rivolgersi in questi termini al ministro dell’interno?”, chiede Pasqui e “il sindaco carabiniere che guida l’amministrazione comunale in cui quel consigliere ha anche deleghe che ne pensa?”.

“Le parole cariche di violenza del consigliere comunale di Camerino Marco Marsili […] – scrive in una nota il sen. Paolo Arrigoni, responsabile della Lega nelle Marche e commissario del partito in provincia di Macerata – sono la dimostrazione dello sconcertante livello d’odio al quale sono giunti i paladini della sinistra del ‘restiamo umani'”.

“Insulti, già di per sé inaccettabili, – prosegue – che a maggior ragione non possono essere tollerati quando a lanciarli è una figura pubblica con un incarico istituzionale come quella di consigliere comunale”. “Risulta imbarazzante – afferma ancora Arrigoni – in questa vicenda il silenzio del sindaco Sandro Sborgia, maggiore dei Carabinieri, che dovrebbe richiamarlo all’ordine”, continua Arrigoni il quale auspica “che il consigliere prenda seriamente in considerazione le proprie dimissioni…”.

Dimissioni che sono arrivate a poche ore dalla bagarre sui social, sempre tramite il profilo pubblico dell’ormai ex consigliere comunale di Camerino. “Chiedo pubblicamente scusa per le espressioni utilizzate su Facebook nei confronti dell’on. Salvini” – Comincia così il post di Marco Marsili. “Le frasi utilizzate – prosegue Marsili – sono state proferite in un momento di minore serenità e non rappresentano lontanamente la mia indole e il mio animo di persona generosa, tollerante e rispettosa verso tutti. Consapevole della gravità del mio comportamento, con grande dolore e senso di responsabilità, ho provveduto a rassegnare con effetto immediato le mie dimissioni dalla carica di consigliere comunale della città di Camerino”. L’amministrazione comunale del sindaco Sandro Sborgia, quindi, perde il rappresentante della sinistra radicale. Al suo posto dovrebbe entrare la prima dei non eletti, Maria Giulia Ortolani, di area più moderata.

Condividi su:
Camerino – Augura a Salvini di morire come Mussolini, bufera sul consigliere Marsili che si dimette - panoramica

Sintesi: Il senatore Arrigoni aveva chiesto al sindaco Sborgia di prendere provvedimenti

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.