VeraTV

 Ultime notizie

Caos sulla Ss16, tafferugli tra gli ultras di Samb e Triestina

Caos sulla Ss16, tafferugli tra gli ultras di Samb e Triestina
settembre 01
21:46 2019

Lancio di oggetti e bottiglie, qualche finestrino rotto e nessun ferito. Questo il bilancio dei disordini che si sono registrati nel pomeriggio, prima della partita Samb-Triestina, in programma alle 17.30 al Riviera delle Palme. A quanto pare un paio di pulmini da 9 posti dei tifosi avversari non sono arrivati allo stadio dopo essere rimasti coinvolti in alcuni disordini scoppiati lungo la Ss16, all’altezza del bar Santa Lucia.

Già dalle prime ore del pomeriggio lì si era riunito un gruppetto di ultras della Sambenedettese. Non è chiaro se si sia trattato di un incontro premeditato o se i pulmini dei tifosi della Triestina siano usciti per sbaglio al casello di Grottammare attraversando la Statale 16 in direzione sud.

Fatto sta che ci sono stati dei tafferugli ai quali hanno assistito diversi passanti che hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. All’arrivo della Polizia però i due gruppi si erano dispersi e a quanto pare i pulmini bersagliati dal lancio di oggetti hanno preferito tornare indietro senza assistere alla partita finita 0-0.

Al termine del match nessun problema si è registrato lungo viale dello Sport dove i blindati della Polizia e i mezzi dei carabinieri hanno creato un doppio cordone per evitare contatti con la tifoseria ospite.

Sull’episodio indaga il Commissariato anche con l’ausilio delle telecamere dei locali in zona. Su Facebook erano stati postati anche dei video dei disordini, poi rimossi.

Condividi su:
Caos sulla Ss16, tafferugli tra gli ultras di Samb e Triestina - panoramica

Sintesi: Nessun ferito, ma tifosi ospiti in fuga. Indaga la Polizia

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tercas-notte-musei
pubblicità