VeraTV

 Ultime notizie

Martinsicuro – Omicidio Tizi, pene ridotte al clan degli Ziu

Martinsicuro – Omicidio Tizi, pene ridotte al clan degli Ziu
settembre 11
17:47 2019

Pene ridotte, nel processo d’appello bis, per la morte di Roberto Tizi. Condanne a ribasso per il clan degli Ziu.

Arjan, difeso dall’avvocato Tiziano Rossoli, sconterà 17 anni anziché 30. Il fratello Mikele ed il figlio di questi Rudy  hanno ottenuto una pena di 14 anni anziché 17 mentre per l’altro figlio, il ventenne Antonio, restano confermati 12 anni e 4 mesi di detenzione. Gli ultimi tre assistiti da Antonio Valentini e Maurizio Cacaci.

I giudici di Perugia hanno rstralciato, come indicato dalla Cassazione, l’aggravante dei “futili motivi”. A premere il grilletto e compiere materialmente l’agguato fu Arjan Ziu. Sparò due colpi calibro 6.35 contro il 35enne di Petritoli. Una vera e propria esecuzione che, secondo l’accusa, sarebbe stata compiuta per vendetta. Poche ore prima, infatti, Roberto – per tutti Maciste vista la sua stazza fisica – aveva avuto un alterco con Arjan. Il 51enne albanese ne era uscito malconcio e i volontari della Croce Verde di Villa Rosa lo avevano medicato. Il tempo di riprendersi e l’albanese aveva organizzato la spedizione punitiva sotto casa della vittima, in via Vasco de Gama. Dall’agguato uscì pressoché illesa la compagna di Tizi, rifugiatasi in casa di amici.  Tutto per “affari” che i due gestivano insieme e sui quali avevano divergenze di vedute.

L’impianto accusatorio ha sostanzialmente retto e l’accusa di omicidio volontario è stata confermata. Senza l’aggravante dei futili motivi, però, la condanna di Arjan risulta ben più lieve.

Tizi, nato nel Fermano, era molto conosciuto anche a San Benedetto quale ultras della curva rossoblu. Un gigante buono appassionato di calcio che aveva scelto di vivere nella città truentina.

I genitori, Vera e Franco, vivono a Petritoli e avevano un unico figlio. Dopo la morte di Roberto, sono sempre rimasti in silenzio. Distrutti dal dolore.

NELL’EDIZIONE DELLE 19.30 DEL TG ABRUZZO E MARCHE, L’INTERVISTA ALL’AVVOCATO RENZO INTERLENGHI, DIFENSORE DELLE PARTI CIVILI

 

Condividi su:
Martinsicuro – Omicidio Tizi, pene ridotte al clan degli Ziu - panoramica

Sintesi: Stralciata l'aggravante dei futili motivi

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.