VeraTV

 Ultime notizie

Caso Straccia verso la svolta, per i legali “Roberto è stato ucciso”

Caso Straccia verso la svolta, per i legali “Roberto è stato ucciso”
settembre 18
12:03 2019

Una verità può essere ritardata ma non nascosta. Una frase questa ripetuta più volte in questi ultimi otto anni da Mario Straccia, il padre di Roberto, il 24enne di Moresco, scomparso in circostanze ancora misteriose il 14 dicembre 2011, mentre faceva jogging a Pescara, la sua città universitaria, e ritrovato cadavere il 7 gennaio 2012 sugli scogli del lungomare di Bari Palese.

Dopo vari fascicoli archiviati sia dalla Procura di Pescara che da quella di Campobasso, grazie alla perseveranza della famiglia della vittima, le indagini erano state riaperte nel marzo scorso ed ora sarebbero vicine ad una svolta, come spiegano in un  video postato su Facebook gli avvocati Antonio La Scala e Marilena Mecchi, raggiunti nel loro studio di Roma da Mario Straccia: “Roberto non si è né suicidato, né ha avuto un incidente ma si sarebbe trattato di un omicidio e a breve avremo un nome e un cognome, poi convocheremo una conferenza stampa”.

Qualche mese fa il Gip di Pescara Bingrazio aveva accolto l’istanza del legale della famiglia Straccia, Marilena Mecchi, concordando sulla necessità di un supplemento istruttorio e quindi sulla riapertura delle indagini. Si era disposto quindi che venisse ascoltato un collaboratore di giustizia, dopo che anni addietro da un’intercettazione in carcere la fidanzata di un pentito avrebbe dichiarato che Roberto fu ucciso per un errore di persona, scambiato per il genero di un boss.

Condividi su:
Caso Straccia verso la svolta, per i legali “Roberto è stato ucciso” - panoramica

Sintesi: Dopo la riapertura delle indagini è stato ascoltato un testimone chiave

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.