VeraTV

 Ultime notizie

Ancona – Incidente mortale al porto, la cima era usurata

Ancona – Incidente mortale al porto, la cima era usurata
ottobre 07
19:12 2019

Vecchia di almeno 4 o 5 anni e quindi non adatta per l’ormeggio, per questo si è spezzata. Lo si evince dai primi risultati della perizia effettuata sulla cima che il 10 giugno scorso ha ucciso l’agente marittimo Luca Rizzeri, 33 anni, mentre si trovava sulla banchina 23 dello scalo merci, al porto di Ancona.

Il pm Rosario Lioniello, che aveva aperto un fascicolo per omicidio colposo, indagando il comandante della nave (Andriy Dolgushyn, 51 anni, di origine russa ma residente in Ucraina), aveva disposto l’accertamento tecnico affidando l’incarico all’ing. Pasquale Frascione.

La prima parte della perizia ha fatto emergere un problema di usura relativa alla cima utilizzata. Ora si attente l’esito completo della consulenza. Il giorno del decesso del 33enne, originario della provincia di Pavia ma residente da anni ad Ancona, era in corso l’attracco di una nave portacontainer, quando la cima si è spezzata e ha colpito l’agente, dipendente della ditta Archibugi, con una frustata mortale dietro il collo.

Condividi su:
Ancona – Incidente mortale al porto, la cima era usurata - panoramica

Sintesi: A perdere la vita l'agente marittimo Luca Rizzeri, 33 anni colpito da una frustata dietro il collo che non gli ha lasciato scampo

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.