VeraTV

 Ultime notizie

Macerata – Chiusi dalla Questura 4 cannabis shop

Macerata – Chiusi dalla Questura 4 cannabis shop
ottobre 08
18:19 2019

Quindici giorni di stop per quattro esercizi, di cui uno situato a Piediripa di Macerata, due a Civitanova e uno a Camerino. Per aggirare la legge e limitare il contenuto di Thc espresso in milligrammi, hanno spiegato gli investigatori, i negozi vendevano bustine di infiorescenze da un solo grammo: bastava che un acquirente avesse chiesto due bustine e già, secondo la Questura, il contenuto avrebbe avuto effetti droganti.

Nei quattro negozi gli agenti hanno sequestrato un campione di ogni prodotto che è stato sottoposto al narcotest e quindi è stata chiesta la consulenza tossicologica su disposizione dell’autorità giudiziaria. I quattro provvedimenti sono stati segnalati ai tre Comuni di Macerata, Civitanova e Camerino perché i sindaci potrebbero ordinare ulteriori periodi di sospensione dell’attività di vendita oppure revocare direttamente la licenza per abuso di attività commerciale.

“A chi pensa di liberalizzare la cannabis – ha dichiarato il questore – chiedo di fare una riflessione sulle parole pronunciate prima di morire da Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e su quelle pronunciate da altre autorità come il capo della Polizia, prefetto Gabrielli, dal Consiglio superiore della sanità e da Università di tutto il mondo e, per finire, vorrei citare papa Woityla e papa Francesco: hanno dichiarato che la droga avvelena i popoli e nessuno ha diritto di distruggere la propria vita”.

Il questore ha ricordato come la sua battaglia contro la ‘cannabis light’ fu innescata dalla segnalazione di due genitori disperati per la facilità con la quale il figlio adolescente poteva procurarsi “sostanza stupefacente” a Macerata dopo l’apertura dei negozi in città: lui li ricevette in Questura e i due genitori scoppiarono in lacrime davanti a lui

Condividi su:
Macerata – Chiusi dalla Questura 4 cannabis shop - panoramica

Sintesi: I provvedimenti sono stati segnalati ai tre Comuni di Macerata, Civitanova e Camerino perché i sindaci potrebbero ordinare ulteriori periodi di sospensione

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.