VeraTV

 Ultime notizie

Pesaro – Sorelline minorenni costrette a prostituirsi, a processo anche la madre

Pesaro – Sorelline minorenni costrette a prostituirsi, a processo anche la madre
ottobre 08
19:38 2019

Indotte a fare sesso con anziani in cambio di denaro e regali. Sono imputati cinque anziani (uno di loro ha oggi 91 anni) di un paesino della provincia di Pesaro e Urbino dove si sarebbero consumati i fatti, i genitori delle minorenni (il padre 40enne e la madre 44enne) e una donna di 27 anni. All’epoca dei fatti le ragazzine avevano 14 e 16 anni. La posizione del padre delle giovani è stata invece stralciata perché al momento è irreperibile: il procedimento per lui andrà avanti ma in via separata.

Si è chiusa con cinque rinvii a giudizio e due riti abbreviati l’udienza ad Ancona del gip Paola Moscaroli su un caso che nell’autunno del 2015 aveva scosso la zona del Montefeltro. Le accuse, a vario titolo, vanno dall’induzione alla prostituzione minorile, consumata o tentata, agli atti sessuali e violenza sessuale in concorso. Al padre e alla madre sono contestati anche i maltrattamenti in famiglia aggravati dall’aver fatto mancare alle figlie idonee condizioni di vita igienico sanitarie e dal non aver provveduto alla loro educazione, istruzione e cura.

Gli imputati hanno sempre respinto le accuse. Hanno scelto l’abbreviato un 78enne e un 73enne accusati di aver pagato le minori 40-50 euro ogni volta, fatto loro regali come le ricariche telefoniche, per atti sessuali. Uno dei due avrebbe cercato anche di avere un rapporto completo con la più grande delle sorelline ma lei si sarebbe rifiutata.

La Procura ha chiesto 5 anni di carcere per uno e 4 anni per l’altro. Il gup ha rinviato per repliche e sentenza al 5 dicembre. Il processo per gli altri imputati invece si aprirà davanti al collegio penale del tribunale di Urbino il 15 gennaio prossimo. Le legali della 27enne, avv. Elena Martini e Cristina Bolognini (che rappresentano anche un altro imputato di 58 anni a cui è contestata la tentata prostituzione), avevano chiesto una perizia psichiatrica, rigettata in sede di udienza preliminare; verrà riproposta in dibattimento perché, secondo la difesa, la donna non avrebbe piena capacità di intendere e di volere.

Alla 27enne viene contestato di aver favorito la prostituzione, mettendo in contatto le sorelline con suoi conoscenti. Le ragazzine, ormai maggiorenni e ospitate in una struttura protetta, sono costituite parte civile e chiedono un risarcimento danni di quasi 400mila euro. Le indagini erano state condotte all’epoca dai carabinieri della Compagnia di Urbino.

Condividi su:
Pesaro – Sorelline minorenni costrette a prostituirsi, a processo anche la madre - panoramica

Sintesi: All'epoca dei fatti contestati risalenti al 2005 le ragazzine avevano 14 e 16 anni. Cinque imputati sono stati rinviati a giudizio, due saranno giudicati con rito abbreviato

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.