VeraTV

Osimo, i Carabinieri sgominano banda albanese dedita ai furti nelle abitazioni

Osimo, i Carabinieri sgominano banda albanese dedita ai furti nelle abitazioni
dicembre 30
12:11 2019

OSIMO – I carabinieri di Osimo hanno arrestato per furto aggravato tre albanesi di 33, 35 e 28 anni, tutti con precedenti per reati specifici, due dei quali colpiti da espulsione con divieto di fare ritorno in Italia. Stroncata così una banda dedita furti in abitazione, con covo e base logistica nel Comune di Porto Sant’Elpidio. La loro peculiarità era quella di colpire anche ai secondi piani degli stabili, senza preoccuparsi della presenza dei proprietari. Raggiungevano i Comuni dove colpire a bordo di autovetture a noleggio al fine di eludere le indagini.

L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Norm della Compagnia di Osimo in sinergia con i colleghi della locale Stazione. Le indagini sono iniziate a seguito di una serie di furti avvenuti nei giorni scorsi nella zona San Biagio di Osimo. I militari hanno lavorato giorno e notte visionando telecamere ed analizzando migliaia e migliaia di utenze contenute nelle celle di aggancio per risalire agli autori, senza tralasciare la sorveglianza dei quartieri osimani.

L’indagine ha avuto subito una svolta, quando è stata accertata una relazione con componenti della cosiddetta banda dell’Audi RS4 nera, arrestati ad Assisi il 20 novembre 2019 dagli stessi carabinieri di Osimo. Identificati i soggetti, gli investigatori si sono messi subito in azione. Nel primo pomeriggio di ieri i militari hanno intercettato a Osimo una Opel Corsa a noleggio con a bordo tre persone di origini dell’est Europa, subito apparse sospette perché procedevano lentamente per individuare la casa da colpire.

I carabinieri li hanno pedinati a lungo, da Osimo percorrendo l’A14 fino a Falconara Marittima (Ancona), dove sono entrati e usciti in due appartamenti per poi allontanarsi verso l’A14 in direzione sud. Dopo avere accertato che i tre erano entrati con effrazione della porta finestra nelle abitazioni di due anziane vittime che vivevano da sole in casa, i carabinieri hanno bloccato i fuggitivi al casello di Civitanova Marche, in condizioni di sicurezza, e li hanno arrestati.

Nel corso delle perquisizioni, veicolare e personale, veniva rinvenuta la refurtiva costituita da denaro contante e strumenti atti allo scasso. Presso il loro covo, invece, sono stati trovati e sequestrati monili in oro ed altro denaro contante ritenuti provento di furto. In casa c’erano anche altri tre cittadini albanesi irregolari sul territorio nazionale che sono stati denunciati a piede libero per violazione della legge sull’immigrazione.

Dopo le formalità di rito sono stati rinchiusi nel carcere di Montacuto. Indagini in corso per accertare le loro responsabilità per furti in appartamento in tutta la provincia.

Condividi su:

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.