VeraTV

 Ultime notizie

Staffolo – Pedalata fatale per l’imprenditore jesino Sandro Paradisi, stroncato da un malore

Staffolo – Pedalata fatale per l’imprenditore jesino Sandro Paradisi, stroncato da un malore
gennaio 19
18:53 2020

Lutto nell’imprenditoria marchigiana dopo la notizia della morte dello jesino Sandro Paradisi, titolare della Paradisi srl, azienda specializzata in meccanica di precisione. Il 60enne è morto dopo avere accusato un malore durante una pedalata domenicale a Staffolo.

Paradisi, molto stimato in città, ciclista appassionato, stava percorrendo con altri ciclisti via Santa Caterina, quando si è sentito male. I compagni hanno tentato di rianimare l’uomo, praticandogli il massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dei soccorsi, ma è stato inutile.

Per il sindaco di Jesi, Massimo Bacci, Paradisi era “un imprenditore illuminato”. “Mi stringo al dolore dei familiari per l’improvvisa scomparsa di Sandro Paradisi, una personalità di alto profilo e di grande sensibilità – si legge in una nota -. Imprenditore illuminato, innamorato del suo lavoro e della sua azienda, ha saputo trasmettere a quanti lo hanno conosciuto valori e principi di grande solidità che lo hanno reso stimato e benvoluto da tutti. Per la città di Jesi è davvero una grave perdita”.

“. Gli fa eco su Facebook il presidente del Consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo: “Sono profondamente addolorato per la morte improvvisa di Sandro Paradisi. Un imprenditore illuminato, attento all’innovazione, alla sostenibilità, alla formazione e alla crescita professionale dei suoi collaboratori, sempre in prima linea nei progetti di solidarietà sociale a favore della nostra comunità. Un uomo mite, una grande perdita per tutti noi”.

Condividi su:
Staffolo – Pedalata fatale per l’imprenditore jesino Sandro Paradisi, stroncato da un malore - panoramica

Sintesi: Il cordoglio del sindaco Bacci e del presidente del Consiglio regionale Mastrovincenzo

Tags

Articoli simili

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti al momento, vuoi inserirne uno?

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.